Come mettere il tuo sito Web WordPress in modalità manutenzione

Quindi cosa succede al tuo sito web se devi smontarlo per un po ‘? Lasciate il sito Web inattivo e consentite ai visitatori di vedere 404 messaggi? Forse si tenta di pianificare i tempi di inattività per un’ora del giorno in cui il traffico è basso.


Non vuoi che il tuo sito web appaia morto. Fortunatamente, i siti Web WordPress possono essere messi in modalità di manutenzione in modo che quando si porta offline il tuo, ai tuoi visitatori verrà comunicato che stai lavorando sul tuo sito web.

Sfortunatamente, la modalità di manutenzione non funziona sempre correttamente. Ecco perchè devi anche sapere quali passaggi adottare nell’improbabile evento in cui il tuo sito Web viene risucchiato in modalità manutenzione.

Utilizzo della modalità di manutenzione automatizzata

Se non lo sapevi già, WordPress ha in realtà una modalità di manutenzione automatizzata che si avvia ogni volta che esegui un aggiornamento sul tuo core di WordPress o ogni volta che aggiorni il tuo tema o plugin. Questa versione della modalità di manutenzione consente di visualizzare una pagina Web iniziale sul sito Web in cui si afferma: “Brevemente non disponibile per la manutenzione programmata. Riprova tra un minuto. “

Come mettere il tuo sito Web WordPress in modalità manutenzione

Non devi fare nulla per attivare la modalità di manutenzione automatica. E una volta terminato l’aggiornamento, si esce automaticamente da quella modalità. Per un semplice aggiornamento, va bene. Tuttavia, se stai cercando di smontare il tuo sito web per un periodo prolungato o se non desideri utilizzare la modalità di manutenzione automatica, ci sono altre opzioni.

Opzione 1: The Quick and Dirty – Attivazione della modalità di manutenzione tramite codice

Se non ti dispiace codificare, puoi scegliere di codificare il tuo sito web in modalità manutenzione. Aggiungi il seguente semplice codice nel tuo file Functions.php e sostituisce la modalità di manutenzione automatizzata.

// Attiva la modalità di manutenzione di WordPress
funzione wp_maintenance_mode () {
if (! current_user_can (″ edit_themes ’) ||! is_user_logged_in ()) {
wp_die ( ‘

In manutenzione

Stiamo lavorando per rimuovere alcuni gremlin dalle opere. Torna più tardi!’);
}
}
add_action (“get_header”, “wp_maintenance_mode”);

Nota che puoi mettere quello che vuoi nella sezione H1 e di testo. Questo codice mette il tuo sito Web in modalità di manutenzione e crea una pagina Web di base per i tuoi visitatori.

Opzione 2: reindirizzamento del sito Web a una pagina Web di manutenzione

Invece di impostare una modalità di manutenzione diretta, è possibile reindirizzare tutto il traffico a una pagina Web di manutenzione. Inizia creando e caricando un file maintenance.html nella tua directory di WordPress.

Successivamente, dovrai modificare il file .htaccess sul tuo server. Verifica di disporre dell’autorizzazione per eseguire questa operazione prima di provare a configurarlo. All’interno del file, è necessario aggiungere il seguente codice:

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteCond% {REMOTE_ADDR}! ^ 192 \ .168 \ .000 \ .000
RewriteCond% {REQUEST_URI}! ^ / Maintenance \ .html $
RewriteRule ^ (. *) $ Https://example.com/maintenance.html [R = 307, L]

Noterai che non stai effettivamente mettendo il tuo sito Web in modalità di manutenzione; invece, stai inviando tutto il traffico a una pagina web di manutenzione.

Opzione 3: installazione di un plug-in in modalità manutenzione

Se vuoi evitare tutti i fastidi di codificare la tua modalità di manutenzione, hai la possibilità di installare un plugin per la modalità di manutenzione. Basta andare al sezione plug-in dell’amministratore di WordPress e cerca “Modalità di manutenzione”. In alternativa, se sai già quale plug-in desideri per la modalità di manutenzione, puoi cercarlo direttamente.

Un popolare plugin per la modalità di manutenzione è La pagina di prossima pubblicazione di SeedProd & Modalità di manutenzione” collegare. Elegante e minimale hanno plugin simili. Puoi anche andare con entrambi Modalità manutenzione WP di Designmodo, o il Plug-in di costruzione di WebFactory Ltd.

Come mettere il tuo sito Web WordPress in modalità manutenzione

Una volta installato il plug-in prescelto, puoi accedere alla sezione delle impostazioni dell’amministratore di WordPress e abilitare la modalità di manutenzione in pochi secondi. Alcuni plugin offrono più temi tra cui scegliere per la modalità di manutenzione.

Questa è l’opzione migliore per i principianti e per coloro che non vogliono prendersi il tempo necessario per programmare la loro modalità di manutenzione.

Qual è lo scopo di utilizzare la modalità di manutenzione?

Esistono molti aggiornamenti e funzioni che puoi eseguire in background senza dover mettere offline il tuo sito web. Questi aggiornamenti sono rapidi e la modalità di manutenzione automatizzata è abbastanza buona per quel raro momento in cui qualcuno visita il tuo sito Web nei quattro secondi necessari per aggiornare il tuo plug-in.

Tuttavia, ci sono momenti in cui il tuo sito Web deve essere disattivato per un periodo prolungato:

  • Forse stai installando un nuovo tema e vuoi testare come si comporterà.
  • Forse stai aggiungendo più funzionalità al tuo sito Web, come una mailing list, funzionalità avanzate di e-commerce o altre funzionalità che richiedono test approfonditi.
  • O peggio, forse il tuo sito web è stato violato e devi metterlo offline mentre ripulisci le cose.

Indipendentemente dal motivo, devi informare i tuoi visitatori che il tuo sito web non è morto e che ci stai semplicemente lavorando. Se il tuo sito Web non viene caricato e non viene fornito alcun motivo, rischi di danneggiare la reputazione del tuo sito Web e i visitatori potrebbero non tornare. Mettendo il tuo sito Web in modalità di manutenzione, i tuoi visitatori sapranno che il tempo di inattività è stato pianificato o almeno che tu sia a conoscenza del problema e stai lavorando per risolverlo.

Oh, il mio sito Web è bloccato in modalità manutenzione – Guida!

Quando rimani bloccato in modalità manutenzione, non sarai immediatamente in grado di riottenere l’accesso alla versione normale del tuo sito web. Come puoi “sbloccare” il tuo sito Web e uscire dalla modalità di manutenzione?

Per prima cosa affrontiamo la versione automatizzata della modalità di manutenzione, poiché è la versione più soggetta a rimanere bloccata. Spesso, questo è perché hai lasciato accumulare troppi aggiornamenti e il completamento dell’aggiornamento richiede più tempo del solito. Inoltre, un aggiornamento potrebbe non essere compatibile con la versione corrente di WordPress, causando problemi.

Se la modalità di manutenzione automatica è bloccata, dovrai eliminare il file .maManutenzione nella directory principale della tua directory di WordPress. Puoi accedere alla tua directory principale tramite File Manager in cPanel. Quando viene richiesto quale directory accedere, assicurarsi che sia selezionata l’opzione per mostrare i file nascosti. Una volta che hai accesso alla directory principale, cerca il file .maintenance ed eliminalo. Puoi anche scegliere di rinominarlo per ottenere lo stesso effetto.

Se metti il ​​tuo sito web in modalità di manutenzione in un modo diverso, uscire da quella modalità è semplice come annullare l’azione precedente:

  • Se hai codificato la tua modalità di manutenzione e scopri che il tuo sito Web è bloccato, torna indietro ed elimina il codice.
  • Se hai utilizzato un plug-in per la modalità di manutenzione, disabilita semplicemente il plug-in per uscire dalla modalità di manutenzione.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario svuotare la cache per risolvere completamente il problema. Se esegui uno dei passaggi sopra elencati e scopri ancora che il tuo sito Web è in modalità manutenzione, svuotare la cache risolverà spesso il problema.

Mantieni il tuo cliente aggiornato con la modalità di manutenzione

In passato, se un sito Web era offline, hai semplicemente trovato 404 messaggi e i clienti dovevano indovinare se si fosse verificata un’interruzione temporanea o se hai deciso di rinunciare al tuo sito Web. Con WordPress, i tuoi clienti possono essere tenuti in contatto attraverso la modalità di manutenzione.

Nota che la modalità di manutenzione funzionerà solo se i tuoi server web sono online e il tuo account è attivo. Se non hai pagato la fattura o il server è inattivo, i tuoi visitatori vedranno i messaggi associati a tali problemi. Sfortunatamente, non c’è molto che puoi fare altro che ottenere un provider che offra il 99,99% di uptime o migliore. Se stai cercando di passare a un host che offre il 99,99% o un tempo di attività migliore, fai clic qui per conoscere il miglior hosting di siti Web per WordPress.

Per i momenti in cui sei costretto a smantellare il tuo sito Web, metterlo in modalità di manutenzione è la cosa migliore, in quanto informa i tuoi clienti che l’interruzione è temporanea. Ciò renderà più probabile il loro ritorno in seguito. Altrimenti, se non riesci a mantenere il circuito dei tuoi clienti, trarranno le loro conclusioni sulla salute del tuo sito Web e spesso non si preoccuperanno di tornare.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me

About the author

Adblock
detector